Come Realizzare una Poltrona a Sacco in Casa

Avete presente quella poltrona a sacco tanto di moda negli anni 70? Vi spieghiamo come realizzarla in modo semplice e veloce.
Il procedimento che andiamo di seguito ad illustrarvi dovrà essere ripetuto 2 volte. Sono infatti 2 i sacchi che vanno realizzati, uno sarà interno e l’altro esterno.

Preparazione
Nella scelta della stoffa per la vostra poltrona a sacco, siete liberi di sbizzarrirvi come volete. Vi consigliamo, per il sacco interno, di utilizzare della stoffa meno costosa e pregiata, magari anche una comune fodera, in quanto verrà poi coperto dalla stoffa del sacco esterno. Noi riteniamo che la scelta ideale per il sacco esterno siano le stoffe di cotone, resistenti e colorate.
Per l’interno del pouf necessiterete del polistirolo espanso.

Istruzioni
Prendete la stoffa che intendete usare per l’interno, ritagliate un cerchio di circa 1 metro di diametro e 3 spicchi di 1,5-2 metri di altezza. Abbiate cura di lasciare le basi leggermente arrotondate in modo tale da seguire la circonferenza del cerchio, che sarà la base della poltrona a sacco.

Queste sono le dimensioni standard, ma naturalmente potete realizzare la vostra poltrona a sacco delle dimensioni che più preferite. L’importante è mantenere le proporzioni.
Con la macchina da cucire, cucite le basi dei 3 spicchi al cerchio ed i lati degli spicchi tra di loro. Lasciate però aperta la punta. Per rendere meglio l’idea, dovreste ottenere un cono dalla punta aperta.

Girate quindi la stoffa al rovescio e riempite il cono con delle piccole sfere di polistirolo espanso attraverso la punta che non avete cucito precedentemente. Potete trovare il polistirolo espanso nei negozi che vendono prodotti per l’edilizia oppure nelle ferramenta.

A questo punto potete chiudere la punta, volendo anche cucendola a mano e non a macchina. L’essenziale è chiuderla in maniera accurata perché le palline tendono a sfuggire in tutte le direzioni!
Ora potete iniziare a dedicarvi al sacco esterno. La realizzazione è esattamente identica a quella del sacco interno, ma uno dei lati lunghi andrà chiuso con una cerniera.

La punta, a differenza di prima, può essere chiusa subito perché tanto utilizzerete il lato con la cerniera per girare la stoffa. A questo proposito vi ricordiamo di cucire la stoffa al rovescio.
Grazie alla cerniera, potrete togliere il sacco interno con facilità e lavare comodamente il rivestimento. Vi suggeriamo di stare un po’ larghi con le dimensioni del sacco esterno, in modo tale da far entrare quello interno agevolmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *